FCA ha optato da anni per una decisa transizione verso l’elettrico. Attualmente, grazie ad alcune migliore tecniche, la casa riesce ad offrire le classiche auto amate dagli italiani in motorizzazioni alternative. Ad un prezzo realmente competitivo. Ecco quindi quali sono le caratteristiche dell’ultima arrivata, Fiat Panda Easy Hybrid

La Panda, si sa, è un’icona di stile. Ogni italiano può dire di aver guidato una Panda, almeno per una volta. A partire dalla prima release nel 1980 sono state molte le modifiche apportate a design e motorizzazione. Quest’ultimo upgrade tocca molto poco lo stile per incidere radicalmente sull’alimentazione.

La Fiat Panda Easy Hybrid è stata pensata per mantenere un approccio decisamente urban: abbastanza potente, grazie ai suoi 70 CV, ma allo stesso tempo affidabile sui lunghi tratti. Non si è scesi a compromessi neanche sugli spazi interni: rispetto alle motorizzazioni a benzina/diesel si è deciso di non modificare le dimensioni o la capienza del bagagliaio posteriore. Quest’ultimo infatti rimane di 200 litri ampliabili a 870, se si decide di abbassare i sedili posteriori. Ciò che cambia, come si accennava è la motorizzazione.

Fiat Panda Easy Hybrid: caratteristiche del motore

Gli ingegneri FCA hanno preso come modello l’affidabile motore 1.0 Firefly con cambio manuale a sei rapporti. Elettrificando il tre cilindri si ottiene comunque una potenza di 70 CV. L’alimentazione elettrica arriva da una batteria agli ioni di litio da 11 Ah ricaricata dall’energia della decelerazione. In altre parole non sarà necessario ricaricare la batteria dell’auto: un sistema a cinghia recupererà tutta l’energia che andrebbe normalmente persa in fermata. 

L’unità elettrica sarà attivata di default in caso di partenza, contestualmente all’avvio dello Start and Stop e come sostegno in fase di accelerazione. Come FCA ha dichiarato, sono assicurate le stesse prestazioni della motorizzazione tradizionale ma con un 20% in meno di emissioni di anidride carbonica. La normativa di riferimento è l’Euro 6D: può quindi accedere a tutti i vantaggi concessi dalle amministrazioni locali per le auto ibride. Il consumo medio è poi molto contenuto: si tratta di 4 l per 100 km. 

Dotazioni della Fiat Panda Easy Hybrid

Come tutti i nuovi arrivi di casa Fiat la Panda Hybrid prevede climatizzatore manuale, alzacristalli elettrici, airbag frontali e laterali, servosterzo elettrico DualDrive, telecomando per l’apertura e la chiusura delle portiere, sensore pressione per gli pneumatici e la radio Dab con presa Usb e due altoparlanti.

Inoltre, su richiesta, è possibile ottenere il pacchetto D-Fence per garantirsi il massimo benessere durante la guida. Il pacchetto prevede accessori che filtrano le micro particelle nell’abitacolo grazie ad un purificatore dell’aria, un filtro che elimina particolato e allergeni dall’esterno dell’auto e una lampada UV per igienizzare tutte le aree della carrozzeria a contatto con i passeggeri e il guidatore. 

Come noleggiare Panda Easy Hybrid?

La migliore alternativa per ottenere Panda Easy Hybrid in pronta consegna è sicuramente il noleggio lungo termine. RMS offre il veicolo ad un prezzo particolarmente scontato e conveniente: con una piccola rata di 217 euro al mese sarà possibile assicurarsi l’auto per 36 mesi senza doversi preoccupare di nulla. RMS si interessa di stipulare annualmente l’RC Auto, polizze Kasko/Furto Incendio e di sbrigare tutte le pratiche inerenti a immatricolazione e messa su strada. Non ti resta quindi che chiedere un preventivo e iniziare a guidare!